EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Avatar

SOLE ALTO ALL’ORIZZONTE

16 gennaio 2016
No Comments
770 Views
La mia preda è finalmente a bordo; è un tonno intermedio che nonostante la luce bassa del sole mi abbaglia con i colori sprigionati dalle squame piccole e levigatissime. Mi colpisce la rapidità con cui sta perdendo quei colori luminosi e con essi …la vita. Quante miglia avrà percorso? Quante volte sarà arrivato secondo(per sua fortuna) su un'esca prima di arrivare sul podio di questa ultima affannosa corsa? Non lo saprò mai! Una cosa è certa: un gruppo di studiosi ha fissato su alcuni esemplari di tonno rosso micro cips collegati ad un GPS per studiarne comportamenti e rotte. In 600 giorni alcuni di questi esemplari hanno compiuto il giro del Globo!! Un circolo massimo terrestre è lungo all'incirca 40.000 km. I tonni avranno sicuramente raddoppiato questa distanza con rotte ingarbugliate al seguito di mangianze. 80.000 km: 600 giorni = 133km percorsi in media giornaliera !! Una bella media. Potrebbero iscriversi alla Golden Globe, la regata per il giro del mondo in solitario (con partenza ed arrivo a Plymouth-Inghilterra) doppiando i tre Capi, senza toccare terra, senza ricevere aiuti né rifornimenti durante il periplo.Uno scherzo da ragazzi ! ! ! ! Questi pesci straordinari, dotati di potenza e velocità, che cacciano in qualsiasi condizione meteo marina (ad eccezione di forti sventolate da Nord e Nord-est), senza l'aiuto di GPS ed altre diavolerie lo fanno ripetutamente nell'arco della loro vita senza che nessuno gli abbia mai consegnato una coppa! Mai nessun trofeo! Come premio gli è stato "giurato" lo sterminio programmato.Grandi navi fattoria: entra un tonno dalla livrea multicolore e meraviglia delle meraviglie (l'ingegno umano non ha confini!)….ne esce una bella, lucida e multicolore scatoletta dalle scritte dorate ! ! ! Il sole mi sta cuocendo… < Enzo bagnami il cappello e fammi bere…grazie> …< gira un po' la sedia di 30 gradi> …<Stefano metti prua un po' a dritta, rimettiamo il filo a centro poppa> Sono steso sulla sedia, busto indietro e mani aggrappate alle maniglie laterali della sedia. La canna è nel bicchierino ed agganciata ai moschettoni del giubbino…è piegata all'inverosimile. Eppure è una 80 lbs.! ! ! ! L'unica volta che ho visto sudare le mie gambe è stata quella, con un tonno rosso che tirava come un indiavolato. In quei frangenti non si può far altro che sperare ed aspettare che si fermi, per poi recuperare con decisione……. e poi è sempre una raffiata che chiude il "Grande Gioco" o meglio dire "Grande Partita". Non nascondo che in quel momento provo sempre un po' di tristezza. Solo qualche attimo e già mi sorprendo a pensare ed organizzare una nuova uscita.Più volte mi sono chiesto cosa fosse che mi spinge a questa ricerca mettendo da parte il grande rispetto che nutro per questi formidabili pesci. Non mi sono mai saputo dare una risposta. Forse la loro forza? La loro velocità? Il fatto che percorrano tante miglia e avrebbero tanto da raccontare? O forse tutti questi perché insieme!? Poi un giorno rileggendo "Tamata e l'alleanza" (Tamata ultimo cutter di Bernard Moitessier e che in polinesiano significa tentare) ho trovato la risposta….la ricerca della preda perfetta quella che appagherà ogni nostro istinto predatorio !!!   Dedicato a tutti noi , che siamo alla ricerca di quella preda perfetta, la preda Incantata. Quella preda che ci appaghi veramente ed alla ricerca della quale siamo votati e pronti a sopportare anche qualche insuccesso. Perché il mitico incontro arriva ed in quel momento incasseremo in una sola volta tutti i crediti accumulati!!!!! Igfa Capt. - Salvatore Mele         www.chartercatamarano.it